MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

domenica 8 maggio 2016

MAKAKOPOWER A NOVARA



Novara vive la sua grande granfondo

Inserito il 08 maggio 2016 alle 20:00:00 da enrico. IT - 

Un fine settimana all'insegna del ciclismo, del ftness e del divertimento. Le iscrizioni sfondano il tetto stabilito evolano a quota 1700. 140 bikers impegnano il sabato dedicato allo spinning. Centinaia di bambini si godono la loro Granfondina. Sabato sera il concerto dal vivo riempie Giardino Broletto. Il valdostano Seletto e la piacentina Brazzi vincono il granfondo, il torinese Padoan e la cuneese Magnaldi firmano il mediofondo. Parrinello e Girello sono nell'albo d'oro del corto. La Rodman Azimut si impone tra le società. «Unevento da ripetere assolutamente», dichiara l'assessore Pirovano.

1500 ciclisti dei 1700 iscritti hanno preso il via alla Granfondo Novara (ph Play Full)

8 maggio 2016, Novara – Un vero successo l'edizione 2016 della Granfondo Novara, capace di portare nella cittadina piemontese un vero fiume di gente nel lungo fine settimana del 7 e 8 maggio.K

Sono le ore 8.00 di domenica mattina, quando vengono aperte le griglie poste in Piazza Martiri e i 1500 ciclisti dei1700 iscritti si accingono ad occupare le proprie posizioni. Un vero successo di iscrizioni, capaci di sforare il limite dei 1500 dorsali previsti. Non passa certo inosservata la divisa arancione del team CCC Polsat di Davide Rebellin, accompagnato in prima griglia da Luca Chirico della Bardiani e da Davide Vilella del Team Cannondale.

Alle 9.00 in punto viene dato lo start. Il folto plotone si muove compatto fuori dalla città per prendere il via volante e dirigersi verso i tre percorsi proposti: il granfondo di 173 chilometri, il mediofondo di 148 chilometri e il corto di 125 chilometri. Tre le province toccate: Novara, Vercelli e Biella in uno splendido viaggio tra le risaie novaresi e le prealpi biellesi.

La corsa parte subito forte e chi sa che vorrà competere per il corto prende il volo, mentre chi opterà per i percorsi più impegnativi, tiene il gas ridotto. E' infatti la salita alla Colma di Baltigati che inizia a frazionare il gruppo dei favoriti, mentre il gruppetto battistrada ha già svoltato per il percorso corto, dirigendosi verso l'arrivo. Non resta che risolvere la corsa allo sprint dove il più veloce è Cristiano Parrinello che precede Davide Ripamonti e Andrea Volpi. Vittoria per distacco quella femminile, che assegna l'oro a Loredana Girello ai danni di Chiara Costamagna e Mariagrazia Villanova.

In testa resta Luca Chiesa, che viene raggiunto dal torinese Jacopo Padoan quando manca un chilometro dallo scollinamento dell'Alpe di Noveis. A Borgosesia, dove è posto il bivio dei percorsi lungo e medio, Padoan opta per la mediofondo e galoppa solitario per 50 chilometri fino all'arrivo dove giunge a braccia levate. Tra gli inseguitori è volata, che viene regolata da Aldo Ghiron ai danni di Christian Martinelli. Dominio blu arancio nella categoria femminile con le ragazze del Team De Rosa Santini che si accaparrano il primo e il secondo posto, rispettivamente con Erica Magnaldi e Raffaella Palombo. Terza piazza per Elena Pancari.

Sulle rampe di Briona si forma il nuovo battistrada, che porta in testa alla corsa quattro elementi: i valdostani Alan Seletto e Wladimir Cuaz, assieme al torinese Enrico Dogliotti e al bergamasco Andrea Natali.

I quattro collaborano fino all'ultima curva, dove si avvantaggia Seletto, che brucia così in volata Cuaz e Natali, lasciano Dogliotti ai piedi del podio.

Dominio femminile della piacentina Viviana Brazzo, che infligge distacchi importanti alla novarese Sabrina De Marchi e alla svizzera Ylenia Polti.

Tra le società la vittoria va alla torinese Rodman Azimut Squadra Corse, che batte per numero di partenti la società di casa, il GC '95 Novara e piazza sul terzo gradino del podio la brianzola Makakoteam.

 

Makaki presenti in massa visto il poco kilometraggio che separano Milano da Novara e tutti hanno onorato alla grande la manifestazione.Siamo giunti terzi con dei piazzamenti interessanti.
Questa è la classifica del corto
Erman Greipel con un sempre verde Rebellin
Nel medio ottimi piazzamenti ma nessuno sul podio

Mentre è nelle lunghe distanze che i nostri Makaki tirano fuori il meglio
Un superlativo Landolfi reduce dalla strepitosa campagna sarda sfoggia un superbo secondo posto di categoria mentre la nostra Nives finalmente torna sul podio al 4^ posto grazie ad un ottimo lavoro di squadra di Barion e del sottoscritto che approffittava della GF per fare la gamba in vista della Nove Colli
Momenti Makaki in griglia e momenti intimi dopo gara
Mmmmmmmmmm
Comunque che dire ottima compagnia e ottimi risultati sempre e adesso si entra nel vivo con la Gimondi prevista per domenica prossima





Nessun commento: