MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

martedì 30 gennaio 2018

A CENA CON I MAKAKI


Buonasera Makaki,

Vi aspetto lunedì 5 febbraio alle ore 20.00 da Snoopy a Bollate (Via Vittorio Veneto 102) per la Pizzata del makakoteam, con il solito trattamento di favore a noi riservato (pizza a scelta, bibita media e caffè € 10 – Carne ai ferri bibita media e caffè non mi ricordo se € 18 o € 20).

Durante la serata distribuiremo le tessere 2018 quindi Vi chiedo di passare tutti a ritirare la tessera.

Ieri grande successo per il Collegiale 2018 del makakoteam; tanti makaki  mi hanno onorato della loro presenza ed è stato veramente bello aver dato tutti insieme il primo colpo di pedale del 2018, un ringraziamento sincero dal Vostro AMATO PRESIDENTE.

Menateeeeeeeeeeeee

lunedì 29 gennaio 2018

MAKAKOTEAM PER TUTTI






Buongiorno makaki come avete potuto vedere ieri nella collegiale il gruppo è ben nutrito e ci sono ciclisti di diverse categorie e diversi livelli.
È pur vero che lo spirito di squadra deve unire tutti ma i diversi livelli di preparazione degli atleti porta a far sì che la squadra si divida per fisiologia in gruppi diversi.
Nel corso di questi anni ci sono stati due gruppi ben distinti che erano, il famoso “Trenino della Brianza”,con il capotreno Casati il quale organizzava giri tosti e lunghi e il “Tram dell Comasina “capitanato dal sottoscritto per affrontare giri più tranquilli con andature più blande.
Il Tram poi pian piano si è evoluto e con il pensionamento di Casati che ha preferito il Running al ciclismo il Trenino si è sciolto ed è rimasto il solo gruppo organizzato del team.Logicamente poi il susseguirsi di iscrizioni nuove il livello si è alzato ,il Tram è rimasto tale nel nome ma non nei fatti in quanto la durezza e il ritmo impresso dai membri ha fatto sì che i meno allenati facessero fatica a stare nel gruppo e così ecco che un anno fa nasce il Vaporetto,un idea di Toni e Silvia per poter lo stesso uscire con giri organizzati ma con un ritmo più lento.
In sintesi nel team abbiamo 3 gruppi organizzati

TRAM DELLA COMASINA 
Gruppo di atleti che partecipano per la maggior parte alle granfondo e ai circuiti,qui per chi si vuole allenare in gruppo e fare salita stando nei tempi è il gruppo ideale.Il ritrovo ufficioso è al Capolinea di Paderno Dugnano ma per favorire l’aggregazione di tutti spesso si passa dalla Villa.
Il riferimento è Mirko e in caso di assenza sia Davide che Ivan vengono nominati vice capo Tram.
Le medie del gruppo sono importanti e richiede un livello di preparazione medio alto.



IL VAPORETTO 
Gruppo nato per tutti coloro che vogliono onorare la maglia ma hanno poco tempo per allenarsi ma vogliono lo stesso uscire in gruppo per stare in compagnia.Le medie sono accettabili e anche loro fanno salita ma a ritmi più blandi.I riferimenti sono Toni e Silvia,il loro ritrovo è alla villa di Monza o alla rotonda di Sovico,in caso di assenza di entrambi il vice Vaporetto è Vincenzo Leonetti.
Questo gruppo richiede un livello di preparazione basico e spesso diventa una buona base per poi passare al Tram.



GLI IGNO 


Gruppo a numero chiuso nato per caso,potrebbe essere un sottogruppo del Tram ma nel tempo sta arruolando sempre più ciclisti ignoranti.
Sono atleti che non importa della preparazione o tabelle ma organizza very tour de force con giri da urlo.Si passa in sella quasi una giornata e si raggiungono posti inediti.Juilerpass,Nuvenapass,Stelvio e altri ancora ,parola d’ordine del gruppo e più ignoranti siamo meglio è.
Se volete passare una giornata diversa all’insegna della bici e anche della cucina locale questo è il gruppo giusto.
Il livello di preparazione dovrebbe essere medio alto in quanto parliamo di giri da 170km in su’ econ dislivelli mai inferiori ai 2000mt.
0


Come potete leggere il team è veramente ben nutrito e organizzato per ognuno di voi,logicamente regna l’autonomia di ognuno e non vi è nessun obbligo e dovere.Ci sono però delle regole alle quali ci teniamo molto e sono:
-Casco sempre allacciato
-Rispetto del codice stradale
-Rispetto degli orari per gli appuntamenti
-Evitare di litigare con gli automobilisti 
E menare sempre...........................................

domenica 28 gennaio 2018

LA COLLEGIALE MAKAKA 2018


Grande partecipazione per questa collegiale makaka del 2018.
Circa 70 makaki hanno invaso questa domenica le strade della Brianza per celebrare questo evento ormai reso unico in questo periodo.
In una mattinata caratterizzata da una nebbia fitta alle 8.30 siamo partiti in quel di Como per la classica foto di gruppo 
Gruppo compatto e capitananti dal Capotram sono giunti a Como puntuali alle 10 per la foto di rito
Non poteva il nostro striscione
E come tutti gli anni facce nuove e vecchie si scambiano saluti
E poi le solite foto di rito
Una grande rimpatriata e poi per tuti via libera per completare gli allenamenti della domenica,
Chi e’ tornato a casa ,chi ha completato il giro previsto con Carate Urio e San Fermo e chi e’ salito a Brunate
Una grande adunata di makaki e ora direi che la stagione 2018 e’ ufficialmente iniziata







venerdì 26 gennaio 2018

MAKAKI PRONTI PER SCALDARE I MOTORI



Salve Makaki ecco il trittico di inizio stagione che apre le danze del 2018;si comincia l'11 marzo con la Randolario
http://www.makakoteampower.com/2017/03/una-domenica-di-randagismo.html
con 200 km tutti sul lago e poi dopo 6 giorni il 17 marzo ecco il vero must:Il giro del demonio

http://www.makakoteampower.com/2017/03/il-mio-giro-del-demonio.html
e poi l'8 aprile si va a Varese per provare il Varese Van Vlaanderen
http://www.makakoteampower.com/2016/03/il-fiandre-varesino-sul-corriere.html

Queste sono tre eventi importanti e tosti che servono per preparare le gambe e la testa per la stagione percio' makaki cominciate a prendere nota e pensare di farne almeno una.

lunedì 22 gennaio 2018

IL MAKAKO STYLE

Vorrei iniziare la settimana con questa foto che riassume le nostre uscite in bici.
Weekend iniziato con le prime sfiammate già sabato con Vaporetto che anticipa con un bel giretto sul lago
Il nostro Cesare assaggia la sua Valcava 
I giro nos otros spianano il varesotto
Poi il Tram decide di andare sul Ghiasallo ma non fa i conti con una mezza nevicata che ha reso l’ascesa pericolosa e così si torna indietro
Peccato ma alla fine come sempre ci si diverte alla grande
Nel gruppo poi sono nati questi individui che alternano asfalto a gravel e ieri ancora protagonisti con gli Igno style
La faccia sembra essere stanca ma qualcuno ci ha detto che si sono sfondati anche di birra
I Makaki sono anche pistard ed ecco il Tucano a Monti chiari 
Makaki anche randagi
E sopratutto i nostri makaki si amano anche
Che dire c’è né per tutti e chi vuole stare nel gruppo ogni domenica può sbizzarirsi in tante stili di andare in bici,
L’unica cosa forse non fare e’condividere l’amore di altri se potete...................












mercoledì 17 gennaio 2018

DOMENICA 21 GENNAIO:LA BENEDIZIONE DEL 2018 AL GHISALLO

Salve makaki per domenica ecco il primo Ghisallino del 2018.
Salita mitica e dolce affrontata dal lato piu' easy ma attenzione a qualche variante.
Partenza solita dalla Villa per 8.45 direzione Giussano e poi Inverigo.
Dopo Inverigo svolta a sinistra per Fabbrica Durini per prendere la strada che ci portera' ad Albavilla.
Faremo le gallerie al contrario e inizieremo a salire verso Scarenna.
Salita dal primo tratto leggera per poi impennarsi in cima con pendenza al 16% per  200 mt.
Staremo in cima per alcuni chilometri e poi discesa verso Canzo per riprendere la classica strada che ci porta al Ghisallo.Attenzione che non passeremo da Magreglio ma dalla strada vecchia di Barni.
giunti al Ghisallo foto di rito e ritorno dallo stesso versante verso casa passando dal lago di Segrino.
ecco il dettaglio delle salite


INFO UTILI
PARTENZA CAPOLINEA  :          ORE  8:15
PARTENZA VILLA    :                  ORE  8:45
CHILOMETRI                              110 CIRCA
DISLIVELLO                                1400 MT
ARRIVO PREVISTO                   ORE 13:00
DIFFICOLTA'                               MEDIO

lunedì 15 gennaio 2018

MAKAKI DE HUTA O DE HOTA



Come ogni anno i nostri makaki hanno onorato l’inizio di stagione con la trasferta in terra bergamasca
La salita di San Virgilio ha il suo fascino e ai ragazzi è piaciuta come sempre
La presenza è stata premiata da una grande giornata con tanto divertimento
E come sempre in questo periodo tanto freddo ma l’entusiasmo che ognuno di voi ci mette scalda alla grande la nostra grande passione
E poi come sempre per chi vuole stare più tranquillo il nostro Vaporetto ti permette di pedalare con più tranquillità 
E poi per chi vuole essere più estremo Il nostro Rino comuincia a sfidare i passi
E poi come sempre come in tutte le belle storie il tutto finisce in amore e felicità 
Grandi makaki come sempre protagonisti 








giovedì 11 gennaio 2018

DOMENICA 28 GENNAIO:LA COLLEGIALE MAKAKA

Buongiorno Makaki come tutti gli anni sieteTUTTI INVITATI alla collegiale del team.
Un evento che celebra l'inizio della stagione e vuole presenti tutti i makaki per la foto di gruppo nel favoloso scenario di Cernobbio

questa e' una serie di foto delle edizioni scorse.
L'appuntamento e' per le 10.00 Cernobbio nella piazza principale mi raccomando puntuali.
Partiremo dalla Villa Reale alle 8.30 e raggiungere tutti insieme Como e poi cernobbio.
Giunti in piazza foto del 2018 e poi proseguiremo lungo il lago per raggiungere la salita di Carate Urio.

riprenderemo la statale per raggiungere ancora Cernobbio dove inizieremo la salita delle Salisiane



e poi giunti in cima andremo per il San fermo con la salita di Cardano


e' logico che per chi vorra' potra' arrivare solo a Cernobbio per la foto e tornare a casa.

MI RACCOMANDO PARTECIPATE NUMEROSI PER LA FOTO DEL 2018.

INFO UTILI
PARTENZA CAPOLINEA ore 8:00
PARTENZA VILLA            ore 8:30
RITROVO A CERNOBBIO ALLE ORE 10:00
RIPARTENZA                     ore 10:20
RIENTRO                            ore 13:00

KILOMETRI 110
DISLIVELLO 1000 MT

https://www.strava.com/routes/11615565

martedì 9 gennaio 2018

DOMENICA 14 GENNAIO:IL GIRO DEL POTA BERGHEM

Salve makaki ecco servito il giro per domenica prossima.
Omai un classico anche questo che ogni anno si rinnova.
Partenza alle ore 9 dalla villa per tagliare in mezzo al parco e imboccare la statale che ci portera' a Calusco.Suggestivo sara' il passaggio sul  Ponte di Paderno d'Adda.

 per giungere poi a Curno.Qui cominceremo piano piano l'ascesa verso la citta' alta di Bergamo per giungere a san Vigilio.Salitella molto carina con un panorama mozzafiato.
In cima gusteremo uin buon caffe' e ci ripiomberemo verso Bergamo bassa per un ritorno a casa molto allegro passando da Pontida
Tappa molto facile adatta a  tutti senza troppe salite.L'ideale per fare fondo medio e gustarsi un bel giretto in compagnia.
questa e' la foto del primo giro a Bergamo con un bel gruppo che si e' molto divertito
come vedete kilometraggio importante ma con pocha salita
 https://www.strava.com/routes/11593382

INFO UTILI
PARTENZA CAPOLINEA ORE 8:30
PARTENZA VILLA            ORE 9:00
ARRIVO                             ORE 13:00
130 km con un dislivello di 900 mt
PAUSA CAFFE' VELOCE PER AVERE UN RIENTRO A CASA IN ORARIO

NON MANCATE!!!!!

LA BICI CI POTRA' SALVARE?

Le nostre città e le nostre vite soffocano nel traffico, i livelli di inquinamento sono cronicamente al di sopra dei limiti consentiti, le malattie correlate alle polveri sottili aumentano, i tempi degli spostamenti urbani si allungano e il trasporto pubblico fatica a stare al passo delle esigenze di tutti.
Così non possiamo andare avanti. E allora? Allora a salvarci, sarà proprio la bicicletta.

In cima alla lista delle città da salvare c’è proprio la nostra capitale. A Roma ogni mattina si mettono in movimento 4 milioni e mezzo di persone, la maggior parte con la propria automobile. I romani infatti hanno il primato di auto per numero di abitanti, quasi 70 ogni 100 persone. D’altra parte gli investimenti sul trasporto pubblico sono in costante riduzione da molti anni così come la loro efficienza, 79 minuti è la durata media del viaggio per e dal posto di lavoro dell’eroico cittadino romano. Per non parlare degli investimenti sui mezzi meno inquinanti: meno 80% sui bus elettrici, meno 30% sui tram e per quanto riguarda la metropolitana è stato calcolato che ci vorranno 80 anni per raggiungere la dotazione di capitali come Madrid, Berlino, o Londra.

A Roma solo l’1% della popolazione usa la bici per spostarsi, eppure ci sono già più di 200 chilometri di piste ciclabili. PresaDiretta è andata a vedere cosa si potrebbe fare e anche cosa si sta finalmente facendo per cambiare la faccia della nostra capitale e fare della bicicletta un mezzo alternativo alle auto. Ci guadagneremmo tutti, in termini di ambiente, di salute, di spesa e di tempo libero.

In Italia e all’estero c’è già chi lo ha capito e ha deciso di investire sulla bicicletta per la mobilità urbana. Le telecamere di PresaDiretta sono andate in giro per l’Italia a scoprire le città più virtuose. A Pesaro oggi, un abitante su tre usa la bicicletta per andare al lavoro, a scuola o per muoversi in città perché l’amministrazione anni fa ha scommesso su un progetto ambizioso, la bicipolitana.  Firenze invece ha puntato sul free floating e cioè noleggi una bici e poi la lasci dove vuoi, senza dover cercare la postazione dedicata, come il car sharing. Pochi mesi di attività e più di un milione di chilometri percorsi, dai fiorentini e dai turisti naturalmente. E poi c’è Reggio Emilia dove, grazie alla rete di ciclabili e al progetto BiciBus, quasi 300 bambini vanno tutte le mattine a scuola con la bicicletta. A Bolzano hanno capito che sono la rete e l’interconnessione che fanno la differenza, in 20 anni hanno investito 20 milioni di euro e il risultato è che oggi Bolzano è la città più bikefriendly d’Italia con chilometri e chilometri di ciclabili, ponti, attraversamenti e snodi per biciclette.

PresaDiretta è stata poi nella città che è in cima alla classifica mondiale dei paradisi per ciclisti, Copenhagen. Grazie a visione, progettualità, informazione e investimenti pubblici, oggi a Copenhagen il 62% della popolazione usa le due ruote per spostarsi in città. Pedalano tutti in Danimarca: operai, impiegati e manager per andare ogni giorno a lavorare e un bambino su due per andare a scuola.  Gli uffici pubblici e quelli privati hanno parcheggi e officine per le due ruote e poi spogliatoi e docce per chi si vuole rinfrescare dopo la pedalata. In Danimarca la bici è un mezzo di trasporto diffusissimo e in costante aumento, non perché sia trendy, perché è pratico.

E poi la bicicletta rappresenta un gigantesco motore di sviluppo economico. PresaDiretta ha fatto un viaggio nel nostro paese scoprendo non solo che l’Italia è il primo produttore di bici d’Europa, con un giro di affari che supera il miliardo di euro tra produzione industriale, componentistica e riparazioni, con decine di migliaia di addetti. Ma anche l’eccellenza artigianale, la tecnologia e l’innovazione del settore. E ancora, il boom delle bici elettriche a pedalata assistita che ha numeri incredibili, solo nell’ultimo anno le vendite sono aumentate del 120%.

E poi andare in bici fa bene alla salute. Secondo le tabelle dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità ogni euro speso dall'amministrazione si traduce in 10 euro in meno spesi dal Servizio Sanitario Nazionale.

“LA BICICLETTA CI SALVERA’”, è  un racconto di Riccardo Iacona con Teresa Paoli, Raffaella Notariale, Irene Sicurella, Massimiliano Torchia, Andrea Vignali.

lunedì 8 gennaio 2018

LA BEFANA RANDAGIA


Buongiorno makaki,ecco il primo appuntamento dell’anno dedicato ai randonneurs del gruppo.
I nostri Biagio e Simone hanno timbrato il cartellino dei primi 200km dell’anno nonostante le avverse condizioni meteo.
Da Spotorno a Sanremo andata e ritorno per tentare di assaporare un clima diverso e cominciare a mettere fieno in cascina.
Tempo da lupi ma non ha scoraggiato i ragazzi che hanno concluso la prova soddisfatti
E anche un po’ bagnati



I MOSTRI MAKAKI DI LOCH NESS GARDA


Ebbene sì il gruppo ignoranti della squadra ne combina un’altra con il giro del lago di Garda.
Con delle previsioni che non facevano sperare nel bel tempo a Milano i nostri ragazzacci hanno deciso di intraprendere una mini trasfert sul lago di Garda per non prendere acqua scelta diciamo poco azzeccata visto che poi il meteo è migliorato anche qui da noi.
Nonostante tutto hanno colorato l’intero perimetro del lago di circa 150km con i colori wasabi del nostro team.
Un’altra grande avventura piena di divertimento e di alta velocità visto che hanno fatto registrare una media pazzesca:33kmh 
Come vedete il gruppo nato per caso si sta foltendo è pronto ad altre sfide.
Mentre per chi è rimasto a casa ha potuto pedalare in un clima più autunnale che invernale visto le temperature e l,umidità che hanno caratterizzato questo ultimo week end di feste natalizie.
Colle e Lissolo sono state le mete più trafficate 
E anche il Vaporetto con l’anno nuovo ha ricominciato a pedalare