MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

mercoledì 27 maggio 2015

DOMENICA 31 MAGGIO:LA 7 COLLI BRIANTEA

Per domenica 31 maggio propongo la prima edizione dei Colli Briantei.Un percorso molto caratteristico che ripropone le migliori salite della Brianza.
PARTENZA ORE 8 dalla Villa reale .
Partiremo direzione Monticello(1°colle)
Sono 6 chilometri intervallati da alcuni falsipiani, la pendenza media è attorno al 3% ma nel pezzo più impegnativo, gli ultimi 2 chilometri, alcuni tratti superano il 6%.
Giunti in cima affronteremo un leggero falsopiano per giungere alla seconda salita della giornata 
Sirtori(2°colle)
Sirtori ha una lunghezza di 1.4 km, ha il suo punto più alto a 457 m, e continua a salire per 1.4 km. La pendenza media dello Sirtori è di 5.9%.
Discesa della Sirtorie affronteremo tutto il falsopiano fino a Dolzago per prendere la salita piu' lunga della giornata 
Colle Brianza(3°Colle)
L'edizione 2010 della Coppa Agostoni professionisti ha riportato alla ribalta questa famosissima salita della Brianza.
La vicinanza ai grossi centri abitati e il grado di difficoltà, adatto a tutti i tipi di ciclisti, ha reso questa salita tra le più trafficata, ciclisticamente, della Lombardia e di conseguenza di tutta Italia; in alcune domeniche primaverili il numero dei ciclisti impegnati nella scalata è veramente impressionante.
Le pendenze si mantengono tra il 5 e il 7%; solo i primi 1200 metri sono poco più impegnativi e attorno al km.1,2 si trova il punto più impegnativo; circa 50 metri al 12%, proprio prima di un breve tratto in falsopiano.
Poi si continua con pendenze più facili fino all'ingresso del centro abitato.
Giunti alla rotonda in cima affronteremo lo strappetto di Giovenzana
2 km veramente tosti che affronteremo per arrivare nell'abitato di Cagliano(4°Colle)
Una delle classicissime per decine di ciclisti brianzoli è il Colle Brianza da S.Maria Hoè, in pochi però sanno che, meno di un km dopo la rotonda di Scarpone, appena entrati nella "zona industriale" di S.Maria Hoè, svoltando a destra comincia una bellissima salita: la Cagliano (o Giovenzana).
La Cagliano è una salita di neanche 3km decisamente dura ma collocata in un ambiente spettacolare. Dalla svolta a destra la strada si impenna subito intorno al 10% ma questo è ancora niente. 
Qualcuno la chiama "piccolo Stelvio della Brianza" vista la quantità di tornanti presenti in questa salita che si arrampica arrotolandosi tra campi, boschi e prati che permettono di godere di un panorama molto ampio sulla Brianza, sulla pianura bergamasca-milanese e che, nelle giornate più limpide, si prolunga fino agli Appennini. 
Godendovi il paesaggio forse non ve ne accorgete, ma la salita è sempre con pendenze in doppia cifra. Se non vi siete accorti delle pendenze durante la scalata, di sicuro però lo farete alla fine quando, in un tornante verso sinistra tra le case, la pendenza arriva a superare il 20% per un 30-40m. Se avete delle visioni mistiche non preoccupatevi perchè la strada poi spiana e, arrivati al lavatoio sulla dx prima dello stop, la salita è finita.
Durante la salita avrete incontrato pochissime auto, se sarete fortunati nessuna, ma di sicuro incontrerete vari ciclisti o mtbikers che frequentano i sentieri del Monte Brianza.
Da li inizieremo la discesa di Giovenzana molto tecnica e ripidache ci portera' vicino all'abitato di Olgiate Molgora.
Aipiedi della discesa ci butteremo nel parco Del Curone e prenderemo il piccolo strappo di Monte passando per via Belvedere(5°colle)
Qui la pendenza ricorda i muri delle Fiandre.punte al 23%.
Giunti in cima ci sara ' il tempo per rifiatare per buttarci sulla salita di Lissolo.(6°colle)
Divenuto famoso per aver caratterizzato gli arrivi dei giri di Lombardia degli anni passati, il Lissolo, seppur breve, non può essere preso sottogamba. E' caratterizzato da strappi ripidissimi fino al 15% e tratti in discesa.
Attenzione: al km.1,2 al termine di un tratto in ripida salita, dovete abbandonare la strada principale e svoltare a destra su Via Lissolo. Sulla cartina interattiva trovate la fotografia del punto esatto dove svoltare.

Giunti in cima si gira a destra per affrontare una leggera discesa e poi primadi Sirtori si imbocca la via a sx per dirigerci verso Montevecchia(7°colle)
Tra i paesi lecchesi che meritano una visita troviamo Montevecchia.
Se poi decidete di visitarlo in bicicletta affronterete una stupenda e impegnativa salita che vi portera' dalla pianura alla collina con un dislivello di 200 metri in circa 2 chilometri e mezzo.
Non fatevi ingannare dalla pendenza media al 7,8%; difatti la salita non e' regolare e troverete diversi tratti tra il 12 e il 16% con la punta massima al 20% dopo 350 metri dalla partenza. L'arrivo e' situato dopo il centro abitato di Montevecchia ed e' preceduto da un breve tratto in discesa che anticipa l'ultimo strappo.
Nelle giornate limpide un panorama stupendo vi accompagnerà fino all'arrivo, dove troverete anche uno stupendo belvedere.

Giunti in cimafaremo la foto e poi in picchiata verso Lomagna con un continuo cambio di ritmo per arrivare in localita' Usmate dove  la strada continura' in direzione Villasanta per buttarci dentro il parco per poi raggiungere le rispettive case.

Un giro che sulla carta potrebbe risultare monotono e facile ma vi assicura che le diverse salite lasceranno sulle gambe tracce di fatica.Attenzione anche ai crampi che con questi continui cambi di ritmo e pendenza saranno sempre dietro l'angolo.

100 km con un dislivello intorno ai 1800 mt.

PARTENZA CAPOLINEA ORE 7.30
PARTENZA VILLA REALE ORE 8.00
RITORNO PREVISTO 12.30 MAX 13.00