MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

lunedì 3 dicembre 2018

LA MIA TRATTURI DELLA BRIANZALANDIA

Eccoci a raccontare la mia seconda partecipazione alla Tratturi della Brianzalandia,un' evento organizzato dal nostro amico Max lo stesso che ci organizza a marzo il Giro Del Demonio.
E' un appuntamento al quale io e miei amici makaki non devono mancare e per chi ama pedalare su sterrato e su percorsi inediti della Brianza questa e' l'occasione piu' unica che rara.
Partiamo alle 8.30 da negozio del nostro amico e meccanico Diego tutti compatti  e  serrati ma solo pochi hanno la traccia gps e dopo pochi chilometri cominciamo gia' a perdercci ma tutto fa parte della giornata.
ma una volta sincronizzati i Garmin e trovata la traccia si parte e comincia il divertimento,i primi 20 chilometri sono semplici in quanto si costeggia la ciclabile del Villoresi e ci si imbatte nel parco di Monza costeggiando l'altro fiume:il Lambro.
Per ora il gruppo sfila unito ma appena ci si butta nei boschi della Canonica cominciano i primi problemi di traccia e ognuno prende una strada diversa ma per tutti e' quella giusta.
Mi trovo a pedalare con soli 4 amici makaki mentre gli altri nonriusciamo piu' a vederli ma come l'anno scorso questo era prevedibile.
i passaggi tra zone mai viste della Brianza rende unica questa sfaticata e  i continui su e giu del percorso rendono assai insidioso il percorso,lo spirito comunque rimane gogliardico e tutti vogliono divertirsi senza farsi male.

il fango e le discese insidiose chiedono concentrazione e sale in zucca
un percorso stupendo e suggestivo sopratutto nel passaggio nell'oasi della Baggera
sembra essere immersi in una zona giurassica
si esce indenni da questo piccolo paradiso e il percorso del lago di Montorfano e Alserio rendono tecnica la guida ma con divertimento e semplicita' ci portiamo al muro di Lorenzo,una rampa di 500 mt con pendenze a doppie cifre


c'e' chi la fa a piedi ma chi rende tale muro per una sfida personale e con altri partecipanti
si arriva al ristoro aime' gia ' saccheggiato da chi e' passato per primo ma i ragazzi gentili ci fanno assaggiare del buon vino brule' e delle castagne per riprendere le forze e ripartire
mancano ancora 30 km e la stanchezza comincia ad affiorare ma con spirito ignorante ecco affronate le ultime salite di Carimate per poi aggredire il parco delle Groane
110 chilometri in mtb e gravel sono tanti e i 1100 metri di dislivello la dicono tutta sulla difficolta' di tale percorso.
200 impavidi bikers hanno voluto onorare questo bellissimo percorso studiato alla grande dal nostro amico Max in  collaborazione con Diego.
paesaggie e passagi inediti hanno reso emozionante questa bellissima epserienza da ripetere ancora e sopratutto con ancora piu' parteciapanti




Nessun commento: