MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

mercoledì 13 settembre 2017

17 SETTEMBRE :IL SUPERGHISALLO CI ATTENDE

Ed eccoci per il giro di domenica dove proponiamo un classico :il Ghisallino con circuito Superghisallo.
Partenza alle 8 dalla Villa per evitare l'arrivo della gf di Milano per dirigerci verso Erba.Da Erba (320m) si segue la strada per la Valassina ed il Ghisallo, molto frequentata soprattutto nei giorni festivi, affrontando gli ampi curvoni che conducono con moderata pendenza a Longone al Segrino (370m) ed al Lago del Segrino (377m), che si costeggia con percorso pianeggiante.
In leggera ascesa si perviene a Canzo (387m), rinomata località turistica in una bella conca; all'uscita del paese si passa davanti alla stazione terminale delle Ferrovie Nord Milano e si comincia a salire con qualche strappo ed una serie di curve strette ed insidiose per raggiungere Asso (427m), che si aggira seguendo la moderna circonvallazione che sale con sensibile pendenza; in alternativa si può attraversare il centro del paese con alcune vie in pavè e stretti tornanti che conducono a sbucare più in alto sulla provinciale.
Dopo il bivio (444m)per Valbrona ed Onno ed una breve galleria la salita diventa più facile e si incontra in località Maglio il bivio (521m) per Sormano, dove si prosegue diritti; si continua in moderata ascesa lasciando a destra una diramazione per Lasnigo (570m) e passando presso la bella chiesa medievale di Sant'Alessandro, che sorge in mezzo alla valle con il suo elegante campanile originale del XII secolo.
Dopo aver percorso una strettoia boscosa della valle del Lambro si entra presso la Fonte San Luigi nell'ampia conca di Barni dove si deve compiere una scelta: si può proseguire diritti lungo la moderna circonvallazione che sale ripida e rettilinea lungo il versante occidentale della conca oppure passare presso una fontana e proseguire in piano fino al paese ed attraversare il centro di Barni (627m) su strada stretta e tortuosa prima di affrontare i ripidi tornanti che consentono di superare la parete montuosa alle spalle dell'abitato.
Dopo la riunificazione dell'itinerario (690m) si raggiungono in moderata salita Magreglio (744m) e, con un'ultima rampa, il Passo del Ghisallo (754m), dove sorge il Santuario della Madonna del Ghisallo, protettrice dei ciclisti, classica meta di pellegrinaggio per tutti gli amanti della bicicletta; nel Santuario sono conservate biciclette e maglie di numerosi campioni; presso la chiesa sorgono il monumento al ciclista ed il museo del ciclismo
Si imbocca in forte salita la strada con fondo piuttosto rovinato che sale sul versante occidentale e che percorre un lungo tratto in costa con brevi scorci molto panoramici sulle Grigne ed il ramo lecchese del Lario prima di affrontare il primo (854m) di quattro ampi tornanti; con minore pendenza si raggiunge Piano Rancio, dove si svolta a sinistra per affrontare l'ultimo tratto di salita descritto 
Si scollinera'e discesa verso Civenna per riprendere l'ultima parte del Ghisallo affrontato al giro di Lombardia in programma tra poco più un mese.
Un giro per tenere ancora la gamba allenata in vista delle ultime cartucce del 2017
Saranno circa 120 km con 1600 di dislivello.

Mi raccomando mantellina in quanto le previsioni prevedono un brusco abbassamento delle temperature 
Partenza capolinea ore 7:30
Partenza Villa ore 8
Rientro previsto ore 12:30

Nessun commento: