MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

venerdì 27 novembre 2015

UN PO' DI RUNNING

In questi giorni di freddo usare la bici diventa sempre meno confortevole.
Essendo un frequentatore di decathlon ecco alcuni buoni consigli da parte del loro staff

Far correre un ciclista, che idea folle! Tuttavia, il running presenta molti vantaggi per migliorare nell’allenamento ciclistico. Segui come…


velo-et-course-a-pied

PERCHÉ CORRERE PER MIGLIORARE NEL CICLISMO?

Perché sono due sport aerobici complementari che comprendono soprattutto sforzi di resistenza. Esistono due modi per progredire nel ciclismo utilizzando il running.

Correre durante la preparazione della stagione ciclistica

Ogni stagione di allenamento ricomincia con delle attività complementari al ciclismo (nuoto, running, sci di fondo, ecc.) e delle attività di rinforzo (rafforzamento muscolare ecc). Questo periodo si chiama preparazione fisica generale.

Durante questa fase di ripresa degli allenamenti, bisogna privilegiare in un primo momento le sedute di corsa di resistenza e poi inserire gradualmente degli esercizi di rinforzo muscolare. In questo modo si rinforzano tutti i gruppi muscolari e si è più performanti quando si risalirà in bicicletta.

Attenzione: i muscoli sollecitati non sono gli stessi, rispettate una certa gradualità e non tralasciate il recupero e lo stretching.

Correre tutto l’anno

La maggior parte dei programmi di allenamento orientano verso una specializzazione. Nello specifico, un praticante di MTB si proietterà sull’allenamento in MTB.

Esiste anche un programma di allenamento, poco usato dai runner e dai ciclisti, che consiste nel continuare a praticare contemporaneamente entrambe le discipline.

course-a-pied-velo

Le sedute di allenamento della forza realizzate sulla bici permettono al trailer di essere più performante nelle salite. In questo modo, il ciclismo può essere una componente dell’allenamento dei podisti che si preparano per correre su lunghe distanze.

Al contrario, il ciclista può associare l’allenamento frazionato correndo e delle sedute di fondo (lento-medio-veloce) in bici. Questo programma permette di non accumulare ritardo quando i giorni si accorciano o quando non si ha tempo.

Se entrambe le discipline vi piacciono, potrebbe venirvi voglia di scoprire il Duathlon, il Run and Bike, il Duathlon Off-Road e perfino il Triathlon. Per preparare questo genere di gare bisogna iniziare a correre 15 minuti dopo l’uscita in bici e, come me, diventerai presto un appassionato di queste due discipline.

Il nostro consiglio: l’allenamento in coppia

Bisogna avere scarpe da running e una MTB per due persone e, a turno, alternare MTB / running, per una seduta ludica, originale, ma efficace.

CICLISTI, QUALI PRECAUZIONI PRIMA DI CORRERE?

Anche se il running è complementare al ciclismo, bisogna prendere alcune precauzioni,

tra cui:

-       INDOSSARE SCARPE ADATTE

È indispensabile indossare delle scarpe adatte al tipo di pratica, alla frequenza e alla durata degli allenamenti, alla propria morfologia, ecc.

>> Leggi il consiglio di Kalenji: 6 consigli per scegliere correttamente le scarpe da running

Il nostro consiglio: annotare nel diario degli allenamenti i Km effettuati, dopo 1000 km le scarpe vanno cambiate perché usurate.

-       NON TRASCURARE IL MINIMO DOLORE

Se nel ciclismo possiamo allenarci con qualche ferita, nel running è più difficile. Prestare attenzione al minimo dolore e curarlo prima che diventi più serio.

-       RIPRENDERE GRADUALMENTE

Non hai l’abitudine di correre? Iniziare con una seduta breve di resistenza. Aumentare gradualmente la distanza e poi la velocità.

Il nostro consiglio: Troverai qui tutto ciò che si deve evitare nella ripresa dell’allenamento

-       PRENDERE DEI PUNTI DI RIFERIMENTO PER EVITARE DI CORRERE TROPPO VELOCE

La maggior parte dei ciclisti conosce bene i propri limiti in bici, ma non nel running. Bisogna evitare una partenza molto veloce perché il carico di lavoro diventa troppo elevato.

Utilizzare un cardiofrequenzimetro e allenarsi nella percentuale della propria FC Massima.

-       PRENDERSI CURA DEI MUSCOLI E DELLE ARTICOLAZIONI

Bisogna proteggere le caviglie che non sono sottoposte alle stesse sollecitazioni del ciclismo. Eseguire esercizi di stretching per evitare gli indolenzimenti post-sforzo.

Provare la complementarietà di queste due discipline e continuare a progredire. Condividi con noi questa

Nessun commento: