MAKAKOTEAM

Patterned Text Generator at TextSpace.net

lunedì 15 dicembre 2014

DOMENICA 21 DICEMBRE PEDALA CON BABBO MAKAKO.....


IL MAKAKOTEAM
TAGLIA IL PANETTONE
AL “BICERIN” DI
SANTA MARIA HOE’

Salve Makaki,
Vi ricordo che domenica 21 dicembre 2014 come da tradizione si mangia il “Panettun”…
Per chi non lo sapesse, la
tradizione makaka vuole che la sosta caffè dell’ultima uscita prima di Natale è speciale !!!!, perché oltre al caffè si mangia il panettone; quindi domenica
prendete il tram in Comasina o il treno in Villa Reale ma ricordateVi di scendere alla fermata giusta, se avete dubbi chiedete pure al capotram Mirko Favata o al capotreno Franco Casati che sapranno indicarVi la seguente fermata :
Bar Pasticceria “Bicerin” via Corsia Mercato, nel centro storico di Santa Maria Hoè.
Vi aspetto numerosi.
Il Persidente

COME SARA' IL GIRO......
Ritrovo ufficialealle 8:00 al capolinea per poi raggiungere la Villa di Monza per la partenza dal km 0 alle 8:35.
Direzione Biassono per poi giungere a Carate per imboccare la salita di Monticello Brianza;allo scollinamento si prendera' direzione Bevera per cominciare poi l'ascesa al Colle dalla inedita Marconaga

QUALCHE IMPRESSIONE DA MARCONAGA:
Un centinaio di metri dopo questa rotonda, in corrispondenza del poliambulatorio, la salita vera ha inizio. Fino alla frazione di Cogoredo la strada sarà ampia e attraversa una zona residenzale del comune di Dolzago, in questo tratto le pendenze saranno sempre intorno all'8%. Poi la strada spiana un pochino per una cinquantina di metri prima di impennarsi di nuovo fino al 13%. Siamo in mezzo ai campi ed è la prima rampa dura di questa salita che sale a gradini. Dopo un 150m c'è il secondo strappo duro, l'ultimo, il più duro, sarà invece quello che ci porterà all'ingresso nella frazione di Marconaga e alla conclusione della salita. Nel complesso una salita tecnicamente interessante, ma allo stesso tempo molto interessante anche da un punto di vista paesaggistico\ambientale. Ampi panorami verso la Brianza e le Alpi, nei giorni limpidi si riesce a scorgere anche il Monte Rosa. Interessanti anche alcune case  e le piccole frazioni che si incontrano lungo il percorso
l'altimetria della salita di Marconaga.....la prima salita della giornata dopo aver affrontato la rampa di Monticello
poi al bivio prenderemo la strada per Villa Vergano:
Qui svolteermo per una piccola stradina che sale alla destra della statua,qui inizia il punto più duro della salita con pendenze sempre sopra il 10% con pendenze al 13%,dopo circa 400 m la pendenza spiana portandosi al 7-8% per circa 50m fino a Villa Serena dove inizia la parte più dura,appena superata Villa serena ci si presenta davanti un vero e proprio muro rettilineo per circa 200 m con pendenza media al 15% e punte al 16%,ma non è ancora niente infatti la strada tende a spostarsi sulla sinistra effettuando un piccolo tornante con pendenze al 20%,stare seduti sulla sella è impresa ardua,infatti la ruota anteriore tende ad alzarsi.
Entrati nell'abitato la pendenza dimunisce notevolmente e seguendo i sensi unici riusciamo  ad uscire sulla statale per il colle brianza dove termina la salita.
posto su una strada di notevole interesse fin dall'antichità, divenne con il tempo importante centro di scambi e luogo di sosta. Abbastanza sappiamo della vita e della storia di Tegnone a partire dal XIII secolo. Documenti notarili attestano la presenza di un piccolo mercato, di un ospedale con una Chiesetta dedicata a S. Maria e di una comunità di Umiliati. Si hanno notizie inoltre di una Chiesa di S Giacinto ormai perduta. Non dobbiamo dimenticare che qui nacque nel 1577 l'illustre storico Giuseppe Ripamonti. A suo ricordo sulla casa natale vi è ora una lapide. Nel 1860 il nome Tegnone venne cambiato con Ravellino, nome della sorgente che alimenta la fontana del paese.
Da vedere :
1. L'importanza del lavatoio è data dalla base di granito della vasca più piccola : costituirebbe il coperchio di un sarcofago ed è da far risalire al periodo Alto Medioevale
2. L'attuale Chiesa dedicata alla "Madonna della Cèriola" risale presumibilmente al XVI secolo. Al suo interno è conservata una preziosa pala d'altare dei primi anni del '600, raffigurante la presentazione al Tempio di Gesù e la Purificazione di Maria. Ai lati anacronisticamente sono rappresentati alcuni Santi.
Poi giunti a Santa maria Hoe ci gusteremo il panettone al bar Bicerin
Finiti i  festeggiamenti affronteremo il Temutissimo...........................

Inutile che ve lo descrivo perche' lo conoscete....
Poi picchiata verso Monza via Casatenovo dove le locomitive Makake scaricheranno tutta la loro potenza per giungere in villa in perfetto orario

  • Lunghezza percorso circa 110 km
  • dislivello percorso 1200 mt
  • Categoria giro:media difficolta'


Nessun commento: